ANIMA ORIENTALE

Anima Orientale

Possibilità di estendere il viaggio

Min. 11 giorni / 9 notti

Max. 29 giorni / 26 notti

Luna di miele

Minimo 2 Persone

Anima Orientale

Possibilità di estendere il viaggio

Min. 11 giorni / 9 notti

Max. 29 giorni / 26 notti

Luna di miele

Minimo 2 Persone

Costo

A partire da 6550€ /Coppia

Un viaggio a est, nella terra del Sol Levante, dalle cime del Monte Fuji ai piedi del Grande Budda, fino alle isole Fiji per celebrare la vita sul bordo di un’onda.

Hidesaburō Ueno insegna al Dipartimento di Agricoltura dell’Università imperiale di Tokyo. Ueno ha un cane, lo ha chiamato Hachi, semplicemente “otto”, un numero che in Giappone è di buon auspicio. Ogni giorno vanno insieme alla stazione di Shibuya, il professore si reca a lavoro, il cane ritorna a casa. Ogni giorno alle 17.30, Hachi lo aspetta alla fermata. Poi un pomeriggio di fine maggio, Ueno non torna. Il cane lo aspetta, quella sera e tutte quelle a seguire. Invano, perché il suo padrone è stato stroncato da un ictus mentre era a lezione. Oggi, nella stazione di Shibuya una statua ricorda la fedeltà di Hachiko, la sua amorevole caparbietà. L’8 marzo i giapponesi festeggiano l’amore incondizionato di un cane per un uomo, come metafora e augurio.

APPROFONDISCI

Shibuya, però, è anche altro e come sempre in Giappone la tradizione si mischia, non senza idiosincrasie, alla modernità. In quel quartiere, nel suo incrocio pedonale – il più trafficato del mondo – le ragazze yamanba sfidano i ragazzi sentaagi in una delle molteplici sale gioco che popolano la zona. Dalle finestre dei love hotel , la Porta del tuono con i suoi guardiani non si vede. Senso – ji, il più grande templio buddista di Tokyo, i suoi incensi, il giardino geometricamente perfetto e la pagoda di 5 piani che porta in cielo, tuttavia, non è così lontana.
I treni corrono velocissimi attraversando il Sol Levante. Kyoto, lo spirito, la pregheria, la misura, il legno che scricchiola sotto i piedi scalzi, il silenzio del Monte Inari, quando si raggiunge la vetta. E poi Kanazawa, la città dei samurai – dove in epoca Edo la famiglia Nomura ha fatto rispettare con la spada la legge del clan imperiale Maeda per 11 generazioni – e delle geishe, geiko come le chiamano qui, l’amore, il matcha, le foglie d’oro sui capelli raccolti.
In Giappone, come scrive Matsuo Basho «bello è anche il giorno bigio in cui la pioggia cela il Fuji ».
Nelle acque che bagnano le isole Fiji, il 28 aprile del 1789 William Bligh, capitano della britannica Bounty e 18 uomini furono calati in mare su una lancia di 7 metri per 2 dopo l’ammutinamento del secondo ufficiale, al grido «I’m in hell, in hell!» . Se non fosse stata per quell’impresa ancora oggetto di mistero, forse quella “sconosciuta terra meridionale” non sarebbe diventata una colonna britannica e forse i Lapiti, con le loro lance e bastoni da pesca, avrebbero potuto continuare ad essere padroni della loro casa. Resta la leggenda, l’incredibile crogiolo di razze e una bellezza difficile da pareggiare.

Un viaggio a est per celebrare la terra del Sol Levante

Per celebrare la vita sul bordo di un'onda

Hidesaburō Ueno insegna al Dipartimento di Agricoltura dell’Università imperiale di Tokyo. Ueno ha un cane, lo ha chiamato Hachi, semplicemente “otto”, un numero che in Giappone è di buon auspicio. Ogni giorno vanno insieme alla stazione di Shibuya, il professore si reca a lavoro, il cane ritorna a casa. Ogni giorno alle 17.30, Hachi lo aspetta alla fermata. Poi un pomeriggio di fine maggio, Ueno non torna. Il cane lo aspetta, quella sera e tutte quelle a seguire. Invano, perché il suo padrone è stato stroncato da un ictus mentre era a lezione. Oggi, nella stazione di Shibuya una statua ricorda la fedeltà di Hachiko, la sua amorevole caparbietà. L’8 marzo i giapponesi festeggiano l’amore incondizionato di un cane per un uomo, come metafora e augurio.

Shibuya, però, è anche altro e come sempre in Giappone la tradizione si mischia, non senza idiosincrasie, alla modernità. In quel quartiere, nel suo incrocio pedonale – il più trafficato del mondo – le ragazze yamanba sfidano i ragazzi sentaagi in una delle molteplici sale gioco che popolano la zona. Dalle finestre dei love hotel , la Porta del tuono con i suoi guardiani non si vede. Senso – ji, il più grande templio buddista di Tokyo, i suoi incensi, il giardino geometricamente perfetto e la pagoda di 5 piani che porta in cielo, tuttavia, non è così lontana.

I treni corrono velocissimi attraversando il Sol Levante. Kyoto, lo spirito, la pregheria, la misura, il legno che scricchiola sotto i piedi scalzi, il silenzio del Monte Inari, quando si raggiunge la vetta. E poi Kanazawa, la città dei samurai – dove in epoca Edo la famiglia Nomura ha fatto rispettare con la spada la legge del clan imperiale Maeda per 11 generazioni – e delle geishe, geiko come le chiamano qui, l’amore, il matcha, le foglie d’oro sui capelli raccolti.

In Giappone, come scrive Matsuo Basho «bello è anche il giorno bigio in cui la pioggia cela il Fuji ».

Nelle acque che bagnano le isole Fiji, il 28 aprile del 1789 William Bligh, capitano della britannica Bounty e 18 uomini furono calati in mare su una lancia di 7 metri per 2 dopo l’ammutinamento del secondo ufficiale, al grido «I’m in hell, in hell!» . Se non fosse stata per quell’impresa ancora oggetto di mistero, forse quella “sconosciuta terra meridionale” non sarebbe diventata una colonna britannica e forse i Lapiti, con le loro lance e bastoni da pesca, avrebbero potuto continuare ad essere padroni della loro casa. Resta la leggenda, l’incredibile crogiolo di razze e una bellezza difficile da pareggiare.

A partire da

6550€ / Coppia

Leggi la Privacy

VEDI LE FOTO

DESTINAZIONI

SULLE ORME DEL SAMURAI

“Sulle orme del Samurai”, un nome evocativo per un pacchetto che vi farà vivere il Giappone più autentico.
Grandi icone della nazione, pittoreschi paesaggi alpini custodi delle antiche tradizioni e metropoli proiettate nel futuro. Uno scenario suggestivo che vi accompagnerà ad est per 11 giorni facendovi scoprire le mete imperdibili di questa nazione: dai tesori celati di Kyoto a Nara, Takayama, Shirakawago, Kanazawa, hakone & Monte Fuji e Tokyo. Semplicemente: il Sol levante.

GIAPPONE IN LIBERTÀ & KOH SAMUI

Per vivere il Giappone con un’esperienza unica, all’insegna della scoperta e dell’avventura, vi proponiamo un itinerario interamente in treno, il mezzo di trasporto più utilizzato dal popolo giapponese. I treni della Japan Railway sono fra i migliori al mondo per puntualità, rapidità, pulizia, frequenza e comodità.
Il viaggio proseguirà con spiagge bianche e mare cristallino: l’isola paradisiaca thailandese di Koh Samui.
L’itinerario perfetto per chi vuole dedicare la luna di miele alla scoperta di una nazione affascinante come il Giappone ma senza rinunciare al relax.

GIAPPONE FLY AND TRAIN & FIJI

Osaka, Kyoto, Tokyo: un viaggio che parte dalle città più note del Giappone e prosegue verso altre affascinanti mete.
7 notti per esplorare il Giappone per poi spostarsi a Nadi, una delle più grandi città delle isole Fiji, un vero paradiso tropicale. Il sogno si conclude nello splendido “Lomani Island Resort” dove sarà amore a prima vista, non a caso “Lomani” è il termine fijiano per “amore”.

INTORNO AL MONDO GIAPPONE, HAWAII & NEW YORK

Scoperta, emozioni, relax sono le parole chiave del pacchetto che vi porterà dal Giappone alle Hawaii, per concludere in bellezza con la Grande Mela.
Un itinerario davvero unico per vivere un’emozionante luna di miele.
Punta di diamante degli alloggi scelti per voi per questo percorso è il Ryokan Senkyoro, situato a Hakone. Un Resort circondato da bellissimi giardini in tipico stile giapponese e con terme esterne sia al coperto che all’aperto. I pasti sono generalmente serviti in camera e il cibo è tipicamente giapponese.

Leggi la Privacy

SCOPRI ANCHE:

American Dream

America Latina

Wild Oceania

Anima Orientale

American Dream

America Latina

© Copyright 2018 Via Flavio Stilicone, 175 - 00175 Roma - JTeam Srl
Codice Fiscale e Partita Iva 12418791005